TNC22. Evento europeo del networking

TNC22 a Trieste: tanti modi per partecipare all’evento europeo del networking

Si avvicina l’evento europeo del networking, TNC22, che a giugno tornerà in Italia dopo più di 15 anni. Le registrazioni sono aperte e, in particolare, è disponibile una quota speciale per chi si iscriverà entro l’8 marzo 2022.

Dal 13 al 17 giugno TNC riunirà nella magica città di Trieste decision maker, manager, esperti di networking, esperti di gestione delle identità digitali di tutte le principali organizzazioni europee della rete e della ricerca, università e istituzioni partner in tutto il mondo, oltre a numerosi rappresentanti del settore dell’industria.

Ci sono molti modi per partecipare a TNC22 da protagonisti, portando idee e contenuti. Ecco i principali, con le relative scadenze:
Lightning talk
I talk “lampo” sono degli interventi della durata massima di 5 minuti che si focalizzano su un concetto chiave. Questo può essere un’idea, un progetto riuscito, una storia, un invito alla collaborazione o un suggerimento. Gli interventi potranno vertere su qualsiasi argomento e saranno valutati dal comitato di programma della conferenza. La scadenza è il 14 marzo.
• BOF – Bird of a Feather
I BOF sono incontri della durata massima di un’ora e mezza che si terranno tutti iI giorni della conferenza dalle 18 alle 19.30. Sono occasioni per discutere di argomenti caldi e coinvolgere i rappresentanti delle reti nazionali di tutta Europa e altri esperti nel settore. La scadenza per proporre un BOF è il 21 febbraio.
• Demo
Opportunità per presentare servizi, applicazioni, prototipi o progetti, le Demo prevedono uno spazio dedicato durante la conferenza, per una durata massima di 30 minuti per dimostrazione.
La scadenza per proporre una demo è il 15 febbraio.
• Poster
Infine c’è la possibilità di portare dei poster digitali, che saranno presentati in un’area dedicata nella conferenza.
La call per i poster aprirà il 21 febbraio e le proposte potranno essere inviate fino al 25 aprile.

Per partecipare e per avere maggiori informazioni, https://tnc22.geant.org/submission-guidelines/

GARR: opportunità di lavoro

Il GARR, la rete italiana dell’istruzione e della ricerca, ha avviato una selezione per assumere a tempo determinato full-time 3 unità di personale per la sede di Roma. I profili richiesti sono:
• Junior Network Engineer (ref. JOB-22-JNET), 2 posizioni
• Network Operator (ref. JOB-22-NOP), 1 posizione
La scadenza per inviare la propria candidatura attraverso il sito GARR è fissata alle ore 12.00 del 15 giugno 2022.
Per maggiori informazioni scrivere a info-job@garr.it oppure telefonare allo 06 49 62 2000
Bandi di selezione

ICT al Salone del restauro di Ferrara. 8-10 giugno 2022

Il Salone Internazionale del Restauro di Ferrara che si svolgerà dall’8 al 10 giugno 2022 è da sempre il principale luogo d’incontro di un mondo fatto di aziende, istituzioni e ricerca che contribuiscono alla tutela della storia e alla valorizzazione della cultura tangibile; un momento di scambio e crescita di un settore imprescindibile per lo sviluppo economico e culturale italiano.

Stand espositivi, momenti convegnistici, eventi, mostre, business meeting con operatori italiani ed esteri si sviluppano nei tre giorni dove l’intero settore dei beni culturali e ambientali si ritrova a Ferrara per discutere, approfondire, entrare in contatto e confrontarsi.

Il 9 giugno, la divisione ICT dell’ ENEA, parteciperà nella sessione dei caffè scientifici con un intervento dal titolo “L’infrastruttura ICT dell’ ENEA per la protezione e valorizzazione del CH dalle copie digitali (Digital-Twins) al calcolo strutturale”.

Rassegna ENEA Salone Restauro Ferrara (giugno 2022)

 

 

Energy-oriented Center of Excellence (EoCoE) Summer School. June 6-8 2022, online

EoCoE School event
It is a program of Energy Oriented Center of Excellence that offers collaborative online learning opportunities with the theme “toward exascale for energy”.
At the crossroads of the energy and digital revolutions, EoCoE develops and applies cutting-edge computational methods in its mission to accelerate the transition to the production, storage and management of clean, decarbonized energy.

As a Participant you will be given a chance to share your experience and learn more about EoCoE technical and industrial work. You will be taught for free and supported online by mentors specialists in each of event challenges.
During the hand-on sessions the use of EoCoE SaaS Portal will give you an access to high performance computing to conduct energy oriented simulations.

At the end of the event each participant will be awarded with certification. A strong participation to the EoCoE school will be rewarded with several awards, including full expenses for three-day trips to Naples to join our project’s members for our final consortium meeting in Naples at the end of June, for up to six participants. Other awards will include books and high-tech devices. Other Information

 

Presentazione della Piattaforma multimediale per la gestione dei beni culturali

Il 18 maggio presso il Dipartimento di Architettura di Roma, si è svolto un incontro con i luoghi della cultura per presentare gli obiettivi del progetto D-TECH (Digital-Twin Environment for Cultural Heritage), le potenzialità della piattaforma che il progetto metterà a disposizione e di come questa potrebbe contribuire efficacemente alla gestione e valorizzazione dei beni culturali di cui siete gestori.

Il progetto D-Tech, coordinato dal dipartimento di architettura di Roma TRE, che vede, tra i partner, la divisione ICT del dipartimento di Tecnologie Energetiche e Fonti RINnovabili (TERIN) dell’ENEA, è stato finanziato dalla Regione Lazio e dal Miur nell’ambito del programma “Attuazione degli interventi programmatici e dei nuovi interventi relativi al Distretto Tecnologico per le nuove tecnologie applicate ai beni e alle attività culturali” (2021).

L’obiettivo è la realizzazione di una piattaforma multimediale avanzata dedicata ai gestori dei beni culturali, attraverso la quale i dati inerenti alle copie digitali dei beni possano essere accessibili e interoperabili. La piattaforma è pensata come uno strumento che permetterà, oltre alla gestione del ciclo inerente alla cosiddetta “catena del valore” dei beni (conoscenza, diagnostica, conservazione, restauro, valorizzazione, godimento e gestione), la condivisione e la visualizzazione via web dei dati) – resi disponibili dai gestori dei luoghi della cultura – e degli sviluppi della ricerca nel campo del Cultural Heritage, attraverso la pubblicazione on line di modelli 3D, HBIM, nuvole di punti e GIS, contenuti multimediali, collegati tra loro e con altri open data).

I gestori saranno pertanto in grado di manipolare dati in vari formati, usufruendo degli strumenti di base e avanzati per supportare sia la fase di conservazione del bene per visualizzare, misurare, monitorare e pianificare interventi di diagnostica sia quella della valorizzazione, attraverso lo sviluppo di sistemi di realtà virtuale (AV) e aumentata (AR).”

Conferenza GARR 2022. CondiVisioni. La rete come strumento per costruire il futuro

Si avvicina l’appuntamento con la conferenza GARR che dal 18 al 20 maggio presso l’Università di Palermo ospiterà le migliori esperienze di innovazione in rete nel settore dell’istruzione, della ricerca e della cultura.

Da oggi è possibile iscriversi all’edizione 2022 dal titolo CondiVisioni che sarà l’occasione per porre l’attenzione sulle nuove sfide che impegnano il mondo della ricerca e che possono essere vinte solo con un approccio collaborativo, aperto e di confronto con la società.
Si parlerà del futuro della rete e del cloud, di infrastrutture di ricerca, di intelligenza artificiale, di condivisione di dati, di cybersecurity, di realtà virtuale e di innovazione digitale nella didattica e tanto altro.

🗣️ Tra i keynote speaker: Roberto Baldoni (direttore generale Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale), Massimo Midiri (Rettore Università di Palermo), Valeria Rossi (presidente Open Hub Med), Stefano Vaccari (direttore generale CREA), Matteo Dell’Acqua (ECMWF), Marco Aldinucci (Università di Torino), Michela Milano (Università di Bologna), Sofia Pescarin (CNR), Roberto di Giulio (Università di Ferrara), Sauro Longhi e Massimo Carboni (GARR), Dianora Bardi (ImparaDigitale).

Scopri di più sul sito dell’evento: www.garr.it/conf22 e sui canali social: #confgarr22

Opportunità di formazione
Nei giorni precedenti, il 16 e il 17 maggio, sarà dato spazio alla formazione con tre corsi su come raccontare i dati, sull’applicazione dei principi del GDPR nel settore della ricerca e sulla sicurezza informatica
🎓 Scopri i corsi di formazione in programma

Segui Rete GARR anche sul canale Telegram: https://t.me/retegarr

Seminario. Artificial Intelligence: transformers e applicazioni in computer vision

I transformers sono dei modelli di deep learning che adottano il meccanismo della self-attention, attribuendo un peso diverso al significato di ciascuna parte dei dati di input. Nascono nell’ambito dell’elaborazione del linguaggio naturale (NLP), ma sono così flessibili da essere applicati con successo anche in ambito riconoscimento visuale.
Come le reti neurali ricorrenti (RNN), i transfomers sono progettati per gestire dati di input sequenziali, come il linguaggio naturale, per attività come la traduzione e il riepilogo del testo. Tuttavia, a differenza degli RNN, i transformers non elaborano necessariamente i dati in ordine.
Piuttosto, il meccanismo di attenzione fornisce il contesto per qualsiasi posizione nella sequenza di input e conferisce significato a ciascuna parola nella frase.
Questa funzione consente una maggiore parallelizzazione rispetto agli RNN e quindi riduce i tempi di addestramento.

Il seminario ha un taglio divulgativo e allo stesso tempo applicativo per evidenziare le problematiche che stiamo affrontando con i progetti di AI. Qui la registrazione del Seminario.

Collaboration between Enea-Terin-ICT and Leeds Beckett University

The collaboration between Enea-Terin-ICT and Leeds Beckett University is consolidated.
Indeed Dr.Marta Chinnici (ENEA) and Associate Professor Ah-Lian Kor (Leeds Beckett University) will work on high impact research.

Details of the research conducted are as follows: